News
Buona giornata per i piloti UNIBAT nel GP di Germania

2015
Lug
13
foto


Buona la performance globale dei piloti UNIBAT ieri in occasione dell' ultimo GP di Germania presso Sachsenring. Si poteva sicuramente fare meglio, ma tutto sommato, data la difficoltà del circuito, non possiamo assolutamente lamentarci e guardiamo già alla prossima tappa sul circuito di Indianapolis 

I NOSTRI RIDERS:


Andrea Dovizioso
Posizione: -

Andrea Iannone
Posizione: 5°

Cal Crutchlow
Posizione: 7°

Jack Miller
Posizione: 15°

 

TEAM DUCATI

Sponsor-Ufficiale-ducati-corse-nero.jpg

Andrea Iannone ha terminato in quinta posizione il GP di Germania, disputatosi oggi sul circuito del Sachsenring. Partito dalla seconda fila grazie al quarto tempo ottenuto ieri in qualifica, il pilota di Vasto è transitato quinto già al termine del primo passaggio ed ha conservato la sua posizione fino al traguardo, resistendo al tentativo di rimonta di Smith e tagliando il traguardo con un vantaggio di due secondi e mezzo sul pilota inglese.
Sfortunata la gara di Andrea Dovizioso, che partiva dalla quarta fila con l’undicesimo tempo in qualifica. Il pilota romagnolo è risalito fino all’ottava posizione nel corso del decimo giro ed ha mantenuto la posizione fino alla quattordicesima tornata, alle spalle di Crutchlow. Purtroppo una scivolata nel giro successivo ha messo fine alla gara del pilota del Ducati Team.
In classifica generale Iannone si conferma al terzo posto, con 118 punti, mentre Dovizioso viene raggiunto al quinto posto da Smith, con 87 punti.
La Ducati è sempre terza tra i costruttori, mentre il Ducati Team rimane al secondo posto nella speciale classifica dedicata ai team.
Andrea Iannone (Ducati Team #29) – 5°
“Sicuramente oggi la situazione era difficile da gestire: siamo riusciti ancora una volta ad arrivare nei primi cinque e, come ho detto fin dall’inizio del campionato, questo è uno dei nostri obiettivi di questa stagione. Ovviamente ci fa più piacere arrivare davanti e lottare con i top rider ma in questo momento era difficile fare di più. All’inizio ho provato a stare più vicino ai primi, prendendomi anche qualche rischio, ma poi ho capito che nel T2 e nel T3 perdevo veramente tanto e allora ho cercato di impostare il mio ritmo e alla fine non è andata male. Voglio ringraziare i ragazzi della squadra e tutta la Ducati per la fiducia che stanno riponendo in me.”
Andrea Dovizioso (Ducati Team #04) – ritirato
“Sono molto deluso per la mia caduta: non ci voleva proprio. Partendo dalla quarta fila volevo recuperare, anche se su questa pista è tutt’altro che facile e stavo spingendo forte e girando abbastanza veloce, ma essendo sempre al limite non riuscivo ad essere fluido e quindi ho commesso un errore. Mi dispiace per la squadra ed è un vero peccato per il campionato, ma a parte questo è anche la conferma che in questo momento la nostra velocità non è la stessa che avevamo a inizio stagione. Sapevamo che su questa pista sarebbe stata dura, e adesso guardo con fiducia a Indianapolis, che potrà darci più indicazioni su quale sia il nostro livello attuale essendo una pista che si addice un po’ di più alla GP15.”
Luigi Dall’Igna (Direttore Generale di Ducati Corse)
“Certamente non possiamo essere contenti dei risultati di oggi. Sapevamo che al Sachsenring sarebbe stata difficile per noi e purtroppo così è stato. In ogni caso Iannone ha dimostrato ancora una volta la sua maturità, ha fatto una gara costante e rimane terzo nel campionato. Dovizioso è stato sfortunato ma sono sicuro che nelle prossime gare saprà dimostrare nuovamente tutto il suo valore.”

 

TEAM LCR

Un’altra gara nella Top Ten per il pilota Inglese Cal Crutchlow che chiude al settimo posto il GP della Germania guadagnando altri nove punti nella classifica provvisoria. Nonostante una caduta alquanto pesante nelle FP4 di ieri, il pilota del Team CWM LCR Honda non si è scoraggiato e ha dato il massimo nei 30 giri del GP Tedesco ammettendo poi che una gomma anteriore diversa gli avrebbe dato più possibilità di battagliare con i primi. 

 

Cal Crutchlow #35 (7th – 41’30.968) 
“Il risultato di oggi non è il massimo ma va comunque bene per la classifica prima della pausa estiva. C’è stata qualche difficolta in gara perchè non abbiamo scelto la gomma anteriore più adatta. Avremmo dovuto optare per la stessa gomma di Dani (Pedrosa) e Marc (Marquez) e sono certo che avremmo guadagnato qualche secondo in più in certi punti della pista. Anche la gomma posteriore vibrava un pò quindi finire la gara non è stata una passeggiata. Il gomito mi fa ancora male e si è gonfiato parecchio dopo 30 giri. Adesso ci riposiamo un pò e ricominciamo a lavorare sodo a Indy perchè possiamo fare molto meglio di così”

 

Jack Miller finisce in zona punti il GP di Germania portando a casa un incoraggiante 15° posto in sella alla sua Honda RCV213-RS Open Spec. Dopo essersi qualificato al 18° posto ieri nelle QP1, il pilota del Team CWM LCR Honda ha brillato in partenza e si è “impossessato” del 13° posto fino a pochi giri dal termine quando il feeling con la sua Honda si è affievolito ed ha preferito non correre rischi tagliando il traguardo 15°. Miller si dimostra ancora il pilota Open Honda più veloce staccando l’Americano Hayden di quasi cinque secondi.

 

Jack Miller #43 (15°– 41’54.856) 
“Ho fatto una partenza a razzo e per 20 giri sono andato davvero forte. Poi ho iniziato ad avere problema di spin, specialmente nel tratto in discesa e c’è stato un momento in cui la moto si è messa di sbieco. Così Hector Barbera e Alvaro Bautista mi hanno passato e non era facile stargli addosso visto che io ero più veloce di loro in curva, ma loro avevano più gas in rettilineo e mi staccavano parecchio. Ho veramente spinto come un matto dietro a loro ma poi ho pensato che era da stupidi rischiare e buttare via la gara.
Meglio andare a casa con un punto. Hayden era quasi 6 secondi dietro a me quindi negli ultimi tre giri non è stato necessario spingere oltre il limite. Certo non è il risultato ideale ma è sempre un miglioramento. Abbiamo avuto momenti sì e momenti no e oggi possiamo essere soddisfatti. La prima parte della stagione non è stata così semplice ma io devo imparare e comunque mi sto divertendo un sacco”.


Media
  • _ti13634
  • resized_00048176
  • resized_00048180
  • motogp-sachsenring-2015